Il Gruppo di Piombino - REMEDY

IL GRUPPO DI PIOMBINO
Salvatore Falci, Stefano Fontana, Pino Modica,  Cesare Pietroiusti e  Domenico Nardone
From July 2020 to October 2021
Remedy
Mostre - Musica - Performance diffuse nella Zona Artigianale
Remedy art
Comune di SIENA
inner room ©
inner room ©
MAGGIO - SETTEMBRE 2021
Vai ai contenuti
Salvatore Falci
Salvatore Falci nato nel 1950 vive e lavora a Bergamo.

Docente di Arti Visive all’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo e di Metodologia e Tecniche della Sperimentazione Artistica presso l’Università di Bergamo. Ha esposto alla Biennale di Venezia nel 1990 ed è stato coordinatore di varie edizioni di “Oreste”, iniziativa di relazione tra artisti presentata alla Biennale di Venezia del 1999.

18 Agosto 2021, Salvatore Falci – In Hoc Signo Vinces
Esterni del Villaggio Artigianale
Siena

Pino Modica
Pino Modica (Civitavecchia, 21 maggio 1952) è un artista italiano, esponente del “Gruppo di Piombino”. Vive e lavora tra Piombino, Roma e Milano.
Ha cominciato a dipingere in giovane età ed ha percorso tutti gli stadi della pittura, dal figurativo, all'astratto, all'informale, alla pittura materica. Nel 1983 la svolta. Superate quelle esperienze, ha imboccato una strada completamente nuova e ha cominciato a sperimentare interventi fondati sulla partecipazione inconsapevole del pubblico. Con altri due artisti di Piombino, Stefano Fontana e Salvatore Falci, dopo aver fondato il “Gruppo 5”, hanno portato abusivamente, nei Giardini della Biennale di Venezia del 1984, un esperimento fondato su cinque sedie, ognuna di colore diverso, collocate in uno spazio pubblico per testare le reazioni dei passanti.
Stefano Fontana
Stefano Fontana è nato a Campiglia Marittima e vive a Piombino (LI). Nei primi anni ottanta è stato uno dei fondatori del "Gruppo di Piombino".I suoi lavori sono stati esposti in numerose mostre e rassegne anche internazionali . Ne 1988 è stato invitato alla Biennale di Venezia. Le sue opere nascono nell’interazione con un pubblico inconsapevole in luoghi non considerati “artistici” (scuole, fabbriche, negozi, vie urbane, …) nel proposito di raccogliere il “discorso” del cittadino comune e  ripresentarlo con un minimo di mediazione formale nel sistema dell’arte.
Cesare Pietroiusti
Cesare Pietroiusti, artista e docente, vive a Roma. Laureato in Medicina con tesi in Clinica Psichiatrica, è co-fondatore del Centro Studi Jartrakor, Roma (1977) e della Rivista di Psicologia dell’Arte (1979).
Pietroiusti indaga i microeventi, le situazioni paradossali, i comportamenti e i gesti minori che costituiscono l'esperienza della vita quotidiana. In molti casi le sue operazioni, sempre antispettacolari, coinvolgono direttamente il pubblico, altre volte implicano un impegno personale che può mettere in causa i limiti della resistenza fisica o psicologica dell'artista stesso.

Nella seconda metà degli anni Ottanta, insieme a Salvatore Falci, Stefano Fontana, Pino Modica e Domenico Nardone dà vita al cosiddetto Gruppo di Piombino, con cui comincia a sperimentare le interazioni dell'opera d'arte anche con un pubblico inconsapevole.
Domenico Nardone
Il teorico Nardone
“Con queste esperienze – spiega Domenico Nardone, teorico del Gruppo – ognuno dei quattro artisti presenta un progetto site specific in corso d’opera, allestito in spazi limitrofi, economici e tradizionalmente non deputati all’arte”.
‘Remedy’, la Mostra Storica del Gruppo di Piombino a Siena rappresenta una scelta storica.
“Tre dei quattro artisti del Gruppo, Falci, Fontana, Modica – aggiunge Nardone – esposero per la prima volta insieme nel 1985 in un evento pubblico a Siena, in Fortezza Medicea, alla mostra ‘Una generazione nuovissima nell’arte italiana’ curata da Enrico Crispolti”.
INFO
www.inner-room.org
www.remedy.show
production "inner room"
OPEN ZONA TOSELLI REMEDY
arte, luogo e partecipazione
  
www.remedy.show
D’intervento in ambito artistico e culturale
Torna ai contenuti